Sab. Nov 26th, 2022

Aperto al traffico il lotto della Pedemontana tra Cittanova e l’innesto per Oppido

francesco d'agostino

Condividi

comune cittanova

Un altro tratto di Pedemontana della Piana viene consegnato ai cittadini e un altro passo importante viene compiuto verso la realizzazione definitiva di un’opera strategica per la viabilità del territorio”.

A dichiararlo l’ex Consigliere provinciale e regionale Francesco D’Agostino nella mattinata odierna, a margine della apertura al traffico del lotto “Svincolo per Taurianova (ex S.S. 111) innesto Scroforio – Varapodio – Oppido”.

Un cantiere iniziato alcuni anni fa, al termine di un lungo iter avviato nel 2006 e poi proseguito negli anni successivi con i passaggi formali presso l’Ente provinciale e i Comuni coinvolti, le variazioni apportate al progetto e le gare d’appalto condizionate da alcune criticità.

E’ stato un percorso davvero complesso ha sottolineato D’Agostino ma che ci ha consentito, con tenacia e visione d’insieme, di raggiungere un obiettivo fondamentale per la crescita del comprensorio a valle dell’Aspromonte tirrenico. In questo senso, esprimo piena soddisfazione per questo nuovo traguardo.

Il tracciato che oggi apriamo al traffico agevolerà i collegamenti tra Cittanova, San Giorgio Morgeto e altri centri importanti come Oppido Mamertina e Varapodio.

Un investimento straordinario, pari a circa 26milioni di euro, voluto per la riattivazione delle connessioni economiche, sociali e culturali tra le aree interne della Piana. Un altro passo in avanti, senza dubbio, per il completamento della Pedemontana Delianuova – Cinquefrondi”.

Il lavoro ha aggiunto sta proseguendo con il completamento di tutti i passaggi burocratici per il completamento dell’iter burocratico relativo al lotto “San Giorgio – Cinquefrondi”. Uno sbocco fondamentale per la viabilità interna verso la trasversale Jonio – Tirreno e l’Autostrada del Mediterraneo.

A breve inizieranno anche i lavori per questo tratto di Pedemontana. L’auspicio è che questo nuovo intervento possa essere realizzato in tempi celeri, superando le mille difficoltà che le opere pubbliche sono costrette a vivere lungo il loro percorso realizzativo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

× Vuoi inviare la tua notizia?