Ven. Apr 23rd, 2021

Apertura frontiere Usa agli europei: Trump si, Biden no!

Condividi

Trump annuncia la revoca delle restrizioni di viaggio da Ue, Gran Bretagna e Brasile. Biden invece le conferma

Ancora una doccia fredda per i viaggiatori da e per l’Europa. Si era infatti diffusa ieri la notizia da tempo attesa da  molti viaggiatori che il presidente Donald Trump avesse l’intenzione di rimuovere le restrizioni all’ingresso negli Usa per i visitatori provenienti da Gran Bretagna, Brasile e da tutti i paesi Schengen, dunque anche dall’Italia.

Sarebbero rimasti fuori solo Cina  e Iran e questo a causa delle loro scarsa cooperazione nella lotta alla pandemia, secondo quanto dichiarato dai portavoce della attuale amministrazione.

Era anche giunta la notizia della revoca delle restrizioni istituite lo scorso marzo, per chi non è cittadino americano ma ha solo un visto di lavoro. Chi è dotato di visto, lo ricordiamo, ed ha bisogno di viaggiare – magari solo per tornare a incontrare la famiglia in patria – deve  chiedere permessi speciali, motivati e documentati e naturalmente strettamente personali.

L’amministrazione uscente ieri sera aveva infatti fatto circolare la notizia di riapertura – a partire dal 26 gennaio – dei confini, alla luce della direttiva emessa il 12 dal Centers for Disease Control and Prevention (Cdc), secondo cui da fine mese, appunto, tutti i passeggeri in arrivo negli Stati Uniti da paesi stranieri devono aver fatto un tampone e dunque essere in possesso di documenti che dimostrino la loro negatività al Covid-19 o attestino un’avvenuta guarigione.  In definitiva se dimostri di essere sano e non portatore di virus puoi tranquillamente entrare negli Usa.

Purtroppo la speranza è durata solo poche ore.

Il Presidente incaricato Joe Biden, per bocca della sua portavoce Jen Psaki, smentisce immediatamente che la decisione del presidente uscente possa essere ratificata dalla sua amministrazione.

Una dichiarazione che, in verità, sa molto di ripicca. E’ questa la posizione che si stanno tenendo contro tutte le disposizioni che il Presidente Trump sta adottando a poche ore dall’insediamento di Biden alla Casa Bianca.

La posizione di Biden su questo tema tuttavia è nota da tempo. L’idea di riaprire tutto in questa fase, con l’America in preda ad una  situazione interna non idilliaca, con oltre 22 milioni di contagi e 400 mila morti, è giudicata poco opportuna dallo staff del nuovo presidente.

Jen Psaki, che dall’insediamento di Biden sarà a capo della Comunicazione della Casa Bianca dichiara:  “La pandemia sta peggiorando, le varianti del virus si diffondono velocemente e sono sempre più pericolose: non è decisamente il momento di togliere le restrizioni ai voli dall’estero”.

Dunque se Trump deciderà di adottare il provvedimento Biden lo annullerà poche ore dopo. I viaggiatori devono attendere!

Italia Report USA

× Vuoi inviare la tua notizia?