Mer. Nov 30th, 2022

Asnali “caro Energia, fa aumentare le materie prime e costi di produzione”

asnali

Condividi

asnali

La crescita dei prezzi delle materie prime non è una novità, ma insieme all’aumento del costo dell’energia, ulteriormente acuito dallo scoppio del conflitto, “con speculazioni “sta generando una situazione che rapidamente finirà fuori controllo.

Il coordinamento Regionale As.N.A.L.I. ha tenuto ieri presso la sede di Gioia Tauro, la riunione del direttivo regionale con la presenza dei rappresentanti, coordinatori delle categorie più coinvolte (Alimentari, Panificatori, Bar, Ristoranti, Benzinai, Autoriparatori e Centri revisione) per affrontare e discutere e trovare una soluzione immediata per fronteggiare la grave situazione economica che vivono le imprese in Calabria già debole.

Rosario Antipasqua, Presidente Regionale, ha evidenziato che, come Associazione nei giorni scorsi, abbiamo chiesto con un documento, al governo e alla politica una serie di interventi urgenti, immediati a sostegno delle PMI e della categoria maggiormente colpite dai rincari che vanno oltre il 100%.

Antipasqua, ribadisce che Il Governo deve convocare da subito un tavolo tecnico permanente con tutte le associazioni datoriali   per trovare una strategia comune per affrontare questa situazione, in particolare sul costo dell’energia e provare a salvare attività pluridecennali, ad un passo dal fallimento.

Nei giorni scorsi la stessa associazione doveva partecipare ad un tavolo sulla crisi economica al Comune di Reggio Calabria, ma per motivi di “ostruzionismo” nei confronti di As.NALI non si è tenuto, fatto abbastanza grave commenta il Presidente Antipasqua.

L’attività a difesa dei propri associati va avanti con forza, infatti la stessa As.NALI ha chiesto un incontro urgente, insieme ad una rappresentanza delle imprese associate al Prefetto di Reggio Calabria, dott. Massimo Mariani, per discutere e far presente le varie difficoltà che stanno attraversando le Pmi a seguito della crisi economica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

× Vuoi inviare la tua notizia?