Mar. Feb 7th, 2023

Asnali “i nostri associati sono regolarmente in servizio”, in Calabria garantito il 97% di aperture

carburante

Condividi

asnali

Diversamente da quanto stanno facendo i gestori aderenti ad altre sigle sindacali, i nostri associati oggi sono regolarmente in servizio.

Ripetiamo per l’ennesima volta che a fronte delle aperture del Governo, che ha ascoltato ed esaudito in larga parte le nostre richieste, riteniamo sia ingiustificato perseverare in una forma di protesta che non fa altro che recare danno ai cittadini e a sistema produttivo italiano.

Siamo sicuri che una giusta soluzione si troverà anche per la questione legata alla cartellonistica, pomo della discordia che sta agitando la categoria, così come si è fatto per l’impianto sanzionatorio previsto dal decreto.

Tuttavia, come più volte espresso, non è con azioni di forza che intendiamo approcciare quella che si prospetta essere la più profonda ristrutturazione della rete di sempre, bensì con spirito collaborativo e propositività.

In tal senso intendiamo affrontare i prossimi incontri in cui, oltre a cercare una quadra per sbrigliare l’impasse di questi giorni, si dovrà necessariamente iniziare a parlare di questioni che, a nostro avviso, destano maggior interesse e meritano un congruo confronto.

In particolare ci concentreremo e proveremo a portare all’attenzione del Governo, le problematiche inerenti la formazione del prezzo di vendita del carburante, nonché la criminalità legata agli approvvigionamenti illegali provenienti dall’estero, in mano alla mala vita organizzata.

Ma soprattutto è nostro intento affrontare la vera piaga che affligge il settore, ovvero i limiti all’iniziativa imprenditoriale cui devono sottostare i gestori, soggetti a margini da fame imposti da compagnie incuranti di tutto ciò che comporta la gestione di un punto vendita.

Crediamo infine sia opportuno osservare la rete con particolare attenzione alle realtà locali, dotate di peculiari caratteristiche legate al territorio e all’utenza di riferimento, piuttosto che tendere all’omologazione del settore come vorrebbero fare i titolari degli impianti, interessati esclusivamente ai quantitativi di erogato.

× Vuoi inviare la tua notizia?