Gio. Set 16th, 2021

“Il Parco dell’Aspromonte incontra la Georgia”

Condividi

Scambi culturali e potenziali gemellaggi tra Aree protette per la condivisione di progetti, idee e buone pratiche.

All’ombra dei crinali dell’Aspromonte si è svolto l’incontro istituzionali tra l’Ente Parco e i rappresentanti della Gorgia, attualmente in Calabria per partecipare alla VI edizione di “Xenia book Fair”, fiera nazionale del libro all’aperto in corso a Reggio. Il presidente del Parco Leo Autelitano ed il vicepresidente Antonino Gioffrè,  hanno dialogato con la delegazione georgiana guidata dal Console georgiano Vachtang Anguladze, dal vice Ambasciatore David Gomarteli e da Tea Tchanturishvili Capo dipartimento alla cultura del Ministero della repubblica autonoma di Adjara.

“Anche in questo frangente – ha detto il presidente Autelitano rivolgendosi agli ospiti – mi piace evidenziare una nostra vocazione storica che è quella dell’apertura verso l’ospite, l’accoglienza è uno degli elementi fondamentali di questa terra. Siamo aspromontani fieri e rimarchiamo nei secoli questa caratteristica che ci portiamo dietro. Il nostro popolo ha sempre guardato culturalmente verso l’oriente, manifestando un forte senso di attaccamento alla storia dell’ellenismo inteso come cultura, arte e spiritualità. Speriamo di aprire una fase di confronto con le vostre realtà, avviando delle sinergie che in tema ambientale e naturalistico possano contribuire alla crescita dei nostri territori”.

Tea Tchanturishvili capo dipartimento alla cultura del Ministero della repubblica autonoma di Adjara si è detta “piacevolmente impressionata dalla bellezza dei luoghi e dei paesaggi dell’Aspromonte”, augurandosi che “le relazioni culturali tra i due Paesi possano essere rafforzate in futuro anche attraverso gemellaggi tra i Parchi”.

Per il vicepresidente Antonino Gioffrè “questa è la prima di altre occasioni in cui ci si potrà incontrare per scambiare programmi e buone pratiche comuni, anche i relazione al ruolo delle aree protette”.

La delegazione georgiana ha potuto apprezzare alcuni “piatti” realizzati dallo chef stellato Nino Rossi, che ha valorizzato i prodotti identitari dell’Aspromonte in una versione innovativa e sorprendente. All’incontro erano presenti il promotore dello Xenia book Fair, Domenio Polito, tre scrittori georgiani parte integrante di un progetto culturale avviato dalla Leonida edizioni di concerto con la Georgia e il Funzionario delegato del Parco Nazionale dell’Aspromonte Silvia Lottero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×

Powered by WhatsApp Chat

× Vuoi inviare la tua notizia?