Mer. Ott 5th, 2022

“Jova Beach Party”, dispositivo in campo dalle forze dell’ordine ha garantito sicurezza dell’evento

Jova Beach Party - polizia di stato roccella

Condividi

Jova Beach Party - polizia di stato roccella

Grazie al meticoloso dispositivo di ordine pubblico messo in campo dalla Questura di Reggio Calabria si è svolto, all’interno di una cornice di massima sicurezza, la due giorni del “Jova Beach Party 2”, tenutosi presso l’area naturale Village di Roccella Ionica lo scorso 12 e 13 agosto.

L’esito positivo del servizio è stato il frutto di una attenta pianificazione in sede di Comitato Ordine e Sicurezza Pubblica, poi declinata nei numerosi tavoli tecnici tenutisi presso la Questura di Reggio Calabria e il Commissariato distaccato di Siderno, alla presenza dei rappresentanti di tutti gli enti pubblici e privati coinvolti a vario titolo nella gestione dell’evento, che hanno consentito di prevenire a monte qualsivoglia tipologia di criticità connessa ad eventi di tale portata.

Il servizio di ordine pubblico diretto dal Dirigente del Commissariato PS di Siderno e con la sovrintendenza del Vicario del Questore ha visto impegnati su tutti  i quadranti orari, tredici funzionari della Questura di Reggio Calabria e relativi Commissariati distaccati, tre ufficiali dell’Arma dei Carabinieri, circa 300 dipendenti della Polizia di Stato, circa 200 militari dell’Arma dei Carabinieri e circa 90 militari della Guardia di Finanza.

Di fondamentale importanza è stato, altresì, il lavoro svolto dal personale della Polizia Stradale, della Polizia Ferroviaria, del V Reparto Volo di Reggio Calabria, del XII reparto mobile di Reggio Calabria, della Capitaneria di Porto, del ROAN della Guardia di Finanza, della Squadra nautica della Polizia di Stato, dei Vigili del Fuoco, della Polizia Metropolitana, della Polizia Municipale di Roccella Ionica e Caulonia nonché dai volontari della protezione civile regionale e delle altre associazioni coinvolte.

Di fondamentale importanza anche il lavoro prestato dal personale dell’Asp di Reggio Calabria e dell’Associazione Misericordia, che ha assicurato una piena attuazione del piano sanitario all’uopo previsto.

La gestione e il controllo coordinato di tutte le parti coinvolte nella sicurezza dell’evento è stato possibile grazie all’attivazione di un Centro Gestione Eventi che ha consentito di supervisionare costantemente tutta l’area interessata, anche grazie alle immagini trasmesse dall’alto dall’elicottero del V Reparto Volo di Reggio Calabria.

Perfettamente riuscita, tra le altre, la strategia messa in campo dalla Questura di Reggio Calabria concernente il piano viario che ha consentito nel giro di un paio di ore di far defluire le migliaia di spettatori accorsi all’evento (circa 30 mila a serata).

Un plauso, infine, va fatto al personale del Commissariato distaccato di Siderno che più è stato impegnato nella pianificazione dell’evento, iniziata già qualche mese addietro e nella gestione dello stesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

× Vuoi inviare la tua notizia?