Gio. Set 16th, 2021

La polizia di stato di Crotone pubblica le attività svolte nell’arco della settimana

polizia di stato

Condividi

polizia di stato

Nel corso di questa settimana, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio e del “Piano di Azione Nazionale e Transnazionale – Focus ‘ndrangheta” sono stati conseguiti i seguenti risultati:

  • 01 persone tratte in arresto;
  • 04 persone deferite all’Autorità Giudiziaria in stato di libertà;
  • 02 persone segnalate all’Autorità Amministrativa, in quanto assuntori di sostanze stupefacenti;
  • identificate nr. 992 persone;
  • controllati nr. 426 veicoli (anche con sistema Mercurio);
  • effettuati numerosi posti di controllo;
  • elevate nr. 3 sanzioni per violazioni al Codice della Strada;
  • elevate nr. 02 contestazioni amministrative in materia di contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 (ex D.L. n. 19 del 25.03.2020);
  • effettuate nr. 20 perquisizioni;
  • 01 persone accompagnate in Ufficio per identificazione;
  • effettuati nr. 10 controlli amministrativi ed elevate nr. 04 sanzioni amministrative.

Nella serata del 10 luglio 2021, personale della Squadra Volanti ha deferito all’A.G. P. A., nato a Polla nell’87, per i reati di danneggiamento aggravato e invasione di edifici. Lo stesso veniva sorpreso all’interno di un Istituto scolastico IPSIA.

Nella stessa serata, personale della locale Divisione PASI – Squadra Amministrativa, unitamente a personale del Reparto Prevenzione Crimine di Siderno, ha effettuato accertamenti amministrativi nei confronti di un’attività di portierato espletata presso un’ex struttura alberghiera ubicata in questo capoluogo.

Sul posto, in qualità di dipendente della citata società, veniva identificato S. F., nato a Crotone classe ‘62, il quale, seppur sprovvisto di prescritto decreto Prefettizio, svolgeva un’attività per la quale è previsto l’impiego di Guardie Particolari Giurate.

Il soggetto veniva quindi deferito in stato di libertà poiché resosi responsabile dei reati di cui all’art. 348 CP e all’artt. 134 e 140 TULPS (esercizio abusivo di una professione).

Nella serata dell’11 luglio u.s., personale della Squadra Volante ha segnalato al sig. Prefetto, in quanto assuntore di sostanze stupefacenti, D. D., crotonese, classe 1993. Nella circostanza il predetto è stato trovato in possesso di grammi 1,19 di hashish, opportunamente sequestrato.

Personale della Squadra Mobile ha tratto in arresto il cittadino egiziano A. M., classe 1994, perché resosi responsabile del reato di reingresso sul territorio nazionale prima della scadenza del termine di anni 3 (tre) dalla data di esecuzione del Decreto Prefettizio di Espulsione dal Territorio Nazionale, emesso nei suoi confronti dal Prefetto della Provincia di Rieti in data 16 settembre 2020. Dopo le formalità di rito il cittadino egiziano è stato associato presso la locale casa circondariale.

Nell giornata del 12 u.s., personale della Squadra Volante ha segnalato al Signor Prefetto, ai sensi dell’art.75 DPR 309/90, S. P., crotonese, classe 1980, in quanto assuntore di sostanze stupefacenti. A seguito di controllo effettuato lo stesso veniva trovato in possesso di 0,77 grammi lordi di sostanza stupefacente del tipo Cocaina, debitamente sequestrata e posta in custodia.

Nella mattinata del 13 luglio u.s., personale della Squadra volanti ha deferito all’A.G. T. I. F

., nato in Romania nel 1982, per il reato di “Resistenza a Pubblico Ufficiale”.

Il 13 luglio 2021, a seguito di accertamento scaturito dal controllo amministrativo effettuato in data 10.07.2021 nei confronti di un’attività di somministrazione di alimenti e bevande ubicata in Crotone personale della Divisione P.A.S.I. (Squadra Amministrativa), sanzionava il titolare per aver occupato abusivamente circa 20 mq di suolo pubblico mediante la posa di tavoli e sedie (pmr 173,00 euro).

In data 15 luglio u.s., corso nottata i Vigili del Fuoco contattavano questa S.O. per riferire che vi era in atto un incendio presso un’abitazione. I riferenti erano stati contattati da un ragazzo abitante all’interno della stessa. Sul posto, gli operatori UPGSP constatavano che si trattava di incendio doloso e che lo stesso si era propagato sulla porta d’ingresso.

In data 15 luglio 2021, personale della Divisione P.A.S.I. – Squadra Amministrativa unitamente a personale della locale Squadra Mobile ha effettuato un controllo amministrativo presso la seguente attività commerciale:

– Internet point con sede a Crotone.

Al termine dell’attività si procedeva nei confronti del titolare presente sul posto al sequestro amministrativo, ex art. 13 della legge n. 689/1981 di nr. 01 postazione internet in quanto in “qualità di titolare dell’internet point in argomento, metteva a disposizione in luoghi pubblici o aperti al pubblico o in circoli o associazioni di qualunque specie, apparecchi destinati, anche indirettamente, a qualunque forma di gioco, anche di natura promozionale, non rispondenti alle caratteristiche di cui ai commi 6 e 7”.

Si elevava contestuale sanzione amministrativa per un importo pari ad euro 10.000 in misura ridotta.

Inoltre, Nella stessa giornata, a seguito di controllo amministrativo effettuato in data 10 luglio 2021, nei confronti di una società di servizi per le imprese, si procedeva a deferire ex art. 348 c.p. ed artt. 140 in relazione all’art. 134 del T.U.L.P.S. (esercizio abusivo di attività di vigilanza privata) la rappresentante legale dell’impresa in argomento V.C., crotonese classe ’85.

In data 16 luglio 2021, personale della Divisione P.A.S.I. – Squadra Amministrativa, in ottemperanza all’ordinanza del Sig. Questore CAT. A.4/GAB./(672)/2020 del 8 luglio 2021 avente oggetto “Estate Sicura 20.21“, unitamente a personale del Reparto Prevenzione Crimine di Siderno, procedeva a controllare le seguenti attività:

-attività di somministrazione di alimenti ubicata a Strongoli il cui titolare, presente sul posto, è R.G., crotonese classe 1990.

Sul posto veniva contestata la violazione dell’art. 4 c. 1 del DL 19/2020 (pmr € 400,00), per aver violato le norme atte al contenimento del rischio epidemiologico derivante dal virus Covid 19, nello specifico il titolare ometteva di predisporre il locale di adeguata informazione sulle misure di prevenzione da adottare; seguirà segnalazione al Sig. Prefetto di Crotone per l’irrogazione della sanzione accessoria della sospensione dell’attività da 5 a 30 giorni.

-Attività di somministrazione di alimenti e bevande ubicata a Crotone il cui titolare, presente sul posto, risultava essere M.P., crotonese classe 1996.

In avvio di attività venivano identificati nr. 2 dipendenti non assunti; seguirà segnalazione al competente ITL di Crotone.

In prosecuzione si contestava al titolare la violazione (pmr € 400,00), per aver violato le norme atte al contenimento del rischio epidemiologico derivante dal virus Covid 19, nello specifico ometteva di predisporre il locale di adeguata informazione sulle misure di prevenzione da adottare e ometteva di far utilizzare ad un dipendente a contatto con la clientela i dispositivi di protezione delle vie respiratorie (mascherina).

Veniva impartita la chiusura provvisoria dell’esercizio per giorni 5 e seguirà segnalazione al Sig. Prefetto di Crotone per l’irrogazione della sanzione accessoria della sospensione dell’attività da 5 a 30 giorni.

Al termine del controllo veniva emesso biglietto d’invito per portare in visione documentazione dell’attività non in grado di mostrare al momento del controllo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×

Powered by WhatsApp Chat

× Vuoi inviare la tua notizia?