Ven. Mag 14th, 2021

L’Ancadic chiede un presidio temporaneo di sicurezza per l’orario di entrata e uscita da scuola sulla SS106 al bivio per Pilati

bivio pilati - melito

Condividi

bivio pilati - melito

La frazione Pilati è collegata a Melito PS  dall’omonimo  ponte ex ANAS che attraversa la foce del torrente Tuccio e la mette in relazione con il resto del centro abitato ed è dotata di una struttura scolastica statale “scuola Primaria” Avv. Cav. Agostino Casile”,  ubicata nella immediata vicinanza al ponte che è attraversato quotidianamente anche  dallo scuolabus e da un elevato volume di traffico anche commerciale.

A seguito del sequestro preventivo d’urgenza del ponte Pilati disposto lo scorso 17 aprile dalla locale Autorità Giudiziaria perché ritenuto pericoloso, la circolazione veicolare e ciclopedonale tra cui lo scuolabus, non essendoci percorsi alternativi è costretta a utilizzare la Ss 106 attraverso il pericoloso bivio di Pilati per raggiungere l’abitato di Melito e viceversa la frazione di Pilati.

La pericolosità del tratto viario SS 106 compreso tra la galleria del Calvario e il bivio per la località Pilati è stata più volte segnalata dall’ANCADIC e dall’Associazione “AMICI DI RAFFAELE CASERTA che ne hanno richiesto la messa in sicurezza sin dal 7 luglio 2015.

Nel periodo di chiusura del ponte avvenuta nel 2018, il Sindaco del tempo del  Comune di Melito Porto Salvo, Ing. Giuseppe Meduri, ritenendo che il bivio di Pilati e il tratto di Ss 106 da percorrere è  PERICOLOSISSIMO, stava valutando la sussistenza delle condizioni per poter mantenere la scuola di Pilati aperta, se le forze di polizia avessero garantito un presidio costante di sicurezza al bivio di Pilati nell’orario di entrata e uscita dalla scuola.

L’ANAS con riferimento alla richiesta dell’ANCADIC del 16 gennaio 2019, con la quale si sollecitava la messa a in sicurezza del tratto in questione e si suggeriva la realizzazione di una rotatoria al Bivio di Pilati ci comunicava tra l’altro che lo svincolo, caratterizzato da corsie di accumulo, è a “norma”, pertanto non si può imputare la pericolosità alla sua geometria e precisava che non risultava in programmazione alcun intervento di rimodulazione dello stesso svincolo con la realizzazione “a rotatoria” che, nella fattispecie, contrariamente a quanto affermato nella nostra comunicazione, non andrebbe ad aumentare i margini di sicurezza dello svincolo, in quanto i “punti di conflitto” delle correnti veicolari rimarrebbero identiche a quelle attualmente esistenti.

Al riguardo richiamiamo quanto riportato al punto 23 del parere della Commissione VIA del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare che si è determinata sul progetto relativo alla costruzione del Megalotto 5 della Nuova S.S. 106 “Jonica” E 90  Reggio/Melito Porto Salvo, che prevede tra l’altro di  sostituire gli attuali svincoli con rotatorie rinaturando le relative aree.

In conclusione atteso che ad oggi il tratto di strada in questione e il Bivio di Pilati, a nostro avviso  mantengono un alto indice di pericolosità e il ripetersi degli incidenti lo certificano, insistiamo nel richiedere la messa in sicurezza del tratto stradale con la realizzazione di una rotatoria e invitiamo chi di competenza a voler disporre da subito il presidio costante di sicurezza al bivio di Pilati nell’orario di entrata e  uscita dalla scuola,  o altra misura ritenuta idonea secondo autonoma valutazione dell’Ente competente, fino alla riapertura al traffico del ponte, affinché sia garantita l’immissione in sicurezza sulla Ss 106 dello scuolabus, senza trascurate i possibili provvedimenti per garantire in sicurezza anche il transito ciclopedonale costretto a servirsi della Ss 106.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

× Vuoi inviare la tua notizia?