Mer. Ott 28th, 2020

Lazzaro: l’Ancadic denuncia che l’assessore all’ambiente regionale si sia lavato le mani sulla questione Comunia

incendio discarica comunia

Condividi

discarica comunia

Dal Vangelo secondo Matteo: Pilato si lava le mani davanti alla folla dicendo: «Non sono responsabile, disse, di questo sangue; vedetevela voi!», a cui gli Ebrei rispondono: «Il suo sangue ricada sopra di noi e sopra i nostri figli».

Con nota del 10/9/2020 diretta all’Assessore Regionale all’Ambiente e per conoscenza all’A.N.CA.DI.C, il Commissario ad acta per l’attuazione del piano di Rientro dai disavanzi del servizio della Regione Calabria, Gen. Dott. Saverio Cotticelli, in riferimento alla nostra PEC del 9.9.2020, chiedeva all’assessore regionale all’Ambiente di sapere quali fossero le azioni poste in essere per porre fine alla situazione di emergenza ambientale e sanitaria.

In riscontro a tale richiesta con nota del 24/9/2020 l’Assessore Regionale all’Ambiente, Sergio De Caprio, rispondeva telegraficamente che “per la parte di competenza dell’Assessorato regionale all’Ambiente erano state sostenute le richieste del Sindaco”. Una risposta per niente esaustiva e del tutto evasiva.

Ricordiamo che la Regione Calabria è la proprietaria della dismessa discarica RSU; che la scrivente associazione e la cittadinanza non conoscono quali siano le richieste del Sindaco; che i cittadini, invece, conoscono bene i disagi e le preoccupazioni nel dovere inalare da oltre 50 giorni le sostanze sicuramente nocive prodotte dai focolai ancora attivi in località Comunia e all’interno della discarica RSU.

Da questa risposta dobbiamo purtroppo desumere che l’Assessorato regionale all’Ambiente se ne sia “lavato le mani” e che stia sostenendo anche i mancati concreti interventi da parte dell’Amministrazione Comunale di Motta S.G.

Attraverso il sito del Comune “Città di Motta SG il Sindaco aveva annunciato che lo scorso 23 settembre sarebbe iniziato un primo step operativo e che in tale data una ditta specializzata avrebbe iniziato le analisi per il monitoraggio ambientale.

Nella mattinata di tale data ho contattato i Vigili del Fuoco, già incontrati da altri cittadini che si erano recati in località Comunia, e mi è stato comunicato che nessun primo step operativo era iniziato ma che si sono recati sul posto solo per effettuare un ulteriore sopralluogo.

L’assessore Infortuna, che era presente, ha poi precisato che ancora nessuna convenzione è stata firmata con i Vigili del Fuoco.

In merito sono stati informati anche gli Organi del Governo nazionale tra cui il Ministro dell’Ambiente e quello della Salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

× Vuoi inviare la tua notizia?