Calabria flash

Lega Pro: sabato disastroso per le squadre calabresi

La dodicesima giornata del campionato di Lega Pro Girone C, ha aperto oggi le danze con tre anticipi che hanno visto protagoniste purtroppo in negativo, Cosenza, Catanzaro e Reggina. Il Cosenza, è la prima a scendere in campo, ospitando al San Vito il Messina. Tra le due squadre termina a rete inviolate, risultato che penalizza più il Cosenza, costretta a rimandare ancora una volta l’appuntamento con il primo successo casalingo e la classifica sempre più preoccupante. Entrambe le formazioni hanno dimostrato uno stato di forma poco brillante. Protagonisti in positivo i due portieri, Iuliano per i siciliani e Ravaglia per i silani, autori di buoni interventi, specialmente l’estremo difensore del Cosenza,bravo nel primo tempo a parare un rigore al bomber dei peloritani, Giorgio Corona.

Il Catanzaro sfiora il colpo sul campo della Salernitana,  dopo essere andata in vantaggio nella ripresa con Rigione, viene raggiunta e poi beffata da una doppietta dal brasiliano dei granata, Calil, che regala una vittoria in extremis alla Salernitana. Grazie a questo successo i campani agguantano momentaneamente in vetta il Benevento. Per quanto riguarda il Catanzaro, ora è crisi vera e c è il serio rischio che con le gare di domani possa essere sorpassata da diverse squadre. A questo punto, è fortemente a rischio la panchina di Francesco Moriero, vedremo nelle prossime ore cosa accadrà

Continua senza fine la crisi della Reggina, anche oggi gli amaranto tornano da Melfi con un altro ko. La Reggina  ha mostrato nuovamente lo stesso scempio visto a Lamezia Terme, squadra spenta e senza idee. Il Melfi ha meritato pienamente la sua prima vittoria in campionato, imponendosi per 2-0 sui ragazzi di Cozza, grazie ad un goal per tempo, prima con Berardino e poi con Tortori. Gli amaranto,  si trovano a giocare in dieci per gran parte della ripresa, a causa dell’espulsione di Maimone. Ora, per la Reggina la situazione si fa sempre più complicata, ferma al penultimo posto e di questo passo difficilmente  riuscirà a salvarsi. I tifosi reggini non meritano queste umiliazioni, questi signori devono capire che indossare la maglia amaranto è un privilegio e un onore. Fa specie vedere una squadra giovane come quella amaranto, scendere in campo senza grinta e cuore, mortificando il nome della città di Reggio Calabria in ogni partita. Il presidente Foti deve fare delle scelte ben precise e riportare a Reggio una squadra di calcio, che purtroppo non si vede da diverse stagioni.

Meteo Calabria

Ultime notizie

L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link ne del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Calabria Reportage

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Palmi n° 02/2014

L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link ne del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.