Sab. Dic 14th, 2019

Reggio Calabria: il sindaco Falcomatà all’evento conclusivo della Carovana dello Sport Integrato

Giuseppe Falcomatà

Condividi

giuseppe falcomatà

Si è svolto questa mattina nella sala Monteleone del Consiglio Regionale della Calabria l’incontro finale della “Carovana dello sport integrato”.

Personalmente e come Sindaco della città di Reggio Calabria ha affermato Giuseppe Falcomatà sono orgoglioso di far parte della grande famiglia della Carovana dello sport.

Lo sono in particolare per come sono affrontate le tematiche della disabilità e dell’integrazione: con un nuovo linguaggio, quello universale dello sport, che dovrebbe, anche se non sempre accade, unire tutti coloro che lo praticano e che ne fanno parte.

Sono molto contento di ratificare l’impegno dell’Amministrazione attraverso un documento che già porta dei risultati. La Carovana, che si è presentata lo scorso anno come una novità nel panorama cittadino, oggi si conferma come una bella realtà.

Questo va sottolineato perché non è facile, né scontato, né dovuto. In questo contesto è possibile rintracciare i valori della gratuità, della consapevolezza, della solidarietà, che ci consentono di vivere questa città non come semplici utenti ma come protagonisti del territorio, provando a cambiarlo, non senza difficoltà.

Tutto ciò è comune a diverse associazioni che però, talvolta, nascono sull’impeto del momento e nel momento in cui questo impeto diminuisce, fisiologicamente, quando i riflettori si abbassano, l’attività dell’associazione si affievolisce, e questo è un male per tutta la cittadinanza.

Riconfermarsi oggi, passando da novità a realtà significa, dunque, che tutto ciò che è avvenuto non era frutto di un momento.

Il nostro compito da istituzioni è quello di dare valore a queste realtà, che rappresentano la Reggio più bella, tirarle fuori e dare l’evidenza che meritano, perché rappresentano un orgoglio per la nostra città.

Esperienze come la Carovana devono essere valorizzate perché è quanto di bello questa città riesce a produrre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Vuoi inviare la tua notizia?