Ven. Dic 4th, 2020

Roma: Istituto Nazionale Azzurro, il Cardinale Robert Sarah ha accolto la proposta del Presidente della Consulta Generale Sacerdotale I.N.A.

istituto nazionale azzurro

Condividi

istituto nazionale azzurro

Dopo il Decano del Sacro Collegio Cardinalizio, Il Gran Maestro Emerio dell’Ordine del Santo Sepolcro di Gerusalemme ora abbiamo la gioia della presenza anche del Prefetto della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti.

Il lavoro svolto dall’Istituto Nazionale Azzurro, considerato come servizio ecclesiale dai Cardinali, ha portato l’I.N.A. ad essere un ente, universalmente riconosciuto al servizio degli ultimi. In Terra Santa, in Benin, in Camerun, in Albania ed in Italia è presenza costante per chiunque versi in stato di bisogno.

La punta di diamante dell’Istituto è la sua equipe medica composta da professionisti altamente specializzati che offrono in maniera completamente gratuita cure ed assistenza sanitaria a chi purtroppo ancora oggi non ha accesso alle cure mediche basilari necessarie per la sopravvivenza.

All’Interno dell’I.N.A. sono presenti diversi Sacerdoti che offrono il loro ministero nella formazione umana, cristiana e sociale dei membri I.N.A. affinché il Vangelo possa essere vissuto in maniera concreta con le opere umanitarie che vengono portate avanti.

Sua Eminenza il Cardinale Robert Sarah andrà a presiedere la Consulta Generale Sacerdotale I.N.A. divenendo così punto di riferimento per i reverendissimi sacerdoti impegnati nella formazione delle coscienze e nell’impegno missionario.

Il Cardinale Robert Sarah, è nato a Ourous, distretto di Koundara, nell’arcidiocesi di Conakry, il 15 giugno 1945. Figlio unico di una famiglia profondamente cattolica e devota, dopo le scuole primarie e medie è stato costretto nel 1957 a lasciare il Paese per continuare i suoi studi nel seminario minore di Bingerville, in Costa d’Avorio.

Rientrato in Guinea dopo l’indipendenza, il 2 ottobre 1958, ha completato gli studi nel seminario minore a Dixinn nel 1960. Quando l’istituto venne requisito dal governo guineano, è dovuto tornare alla parrocchia Sainte Croix, a Kindia.

Solo più tardi, quando è stato possibile edificare il nuovo seminario, dedicato a Giovanni XXIII, a circa 135 chilometri da Conakry, ha completato i suoi studi, conseguendo il baccalaureato nel 1964. Dopo un periodo trascorso a Nancy in Francia, ha studiato teologia a Sébikotane, in Sénégal, tra il 1968 e il 1969.

Ordinato sacerdote il 20 luglio 1969 nella cattedrale di Sainte Marie a Conakry, è stato poi inviato a Roma dove ha ottenuto la licenza in teologia alla Pontificia Università Gregoriana e ha arricchito la sua formazione culturale al Pontificio Istituto Biblicum, approfondendola successivamente con un periodo di studio all’Istituto Biblicum di Gerusalemme (1971-1972) dove si è licenziato in sacra scrittura.

Si è dedicato con passione a tutti gli incarichi assegnatovi tra cui: amministratore apostolico di Kankan; presidente della Conferenza episcopale della Guinea; presidente della Conferenza episcopale regionale per l’Africa Occidentale francofona (Cerao), presidente del Catholic Biblical Centre for Africa and Madagascar (Bicam), consultore della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli.

Il 1° ottobre 2001 Giovanni Paolo II lo ha nominato Segretario della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli, ufficio che ha svolto per nove anni, fino al 7 ottobre 2010, quando Benedetto XVI lo ha designato Presidente del Pontificio Consiglio «CorUnum». In poco più di un mese è entrato nel vivo della nuova missione affidatagli dal Papa.

Una missione, ha avuto a dire durante il suo primo incontro pubblico dopo la nomina, che «segue la rotta indicata dalla Deus caritas est. È l’espressione concreta dello slancio caritativo del cuore di Dio che si realizza tramite il cuore del Papa.

Mostra che Dio non è mai lontano da chi soffre» e dovranno lasciarsi guidare dalla fede. Da quella fede che si manifesta anche attraverso la carità. Questo è quello che ci spinge e ci porta verso i popoli sofferenti».

Il 23 novembre 2014 Papa Francesco l’ha nominato Prefetto della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti.

Ha partecipato al conclave del marzo 2013 che ha eletto Papa Francesco. Da Benedetto XVI creato e pubblicato Cardinale nel Concistoro del 20 novembre 2010, della Diaconia di San Giovanni Bosco in via Tuscolana.

È Membro: delle Congregazioni: per l’Evangelizzazione dei Popoli; delle Cause dei Santi; del Pontificio Comitato per i Congressi Eucaristici Internazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

× Vuoi inviare la tua notizia?