Lun. Feb 6th, 2023

Vibo Valentia: tenuta presso la scuola allievi agenti la cerimonia per il 169° anniversario della fondazione della Polizia di Stato

polizia di stato - vibo valentia

Condividi

polizia di stato - vibo valentia

La ricorrenza del 169° anniversario della fondazione della Polizia di Stato rappresenta una giornata istituzionale volta al rilancio del senso civico e della legalità nonché un momento di condivisione, anche e soprattutto con la cittadinanza, delle attività svolte dalla Polizia di Stato.

Come l’anno precedente, anche quest’anno l’emergenza epidemiologica non ha consentito di conferire il giusto rilievo alla giornata, che è stata improntata alla massima sobrietà.

Per tale ragione oggi, nel piazzale della Scuola Allievi Agenti di Vibo Valentia, alla presenza del Prefetto e del Questore, è stata deposta una Corona di alloro al cippo dei Caduti, al termine della cerimonia dell’alzabandiera ad opera degli allievi del 212° corso di formazione per Agenti della Polizia di Stato.

L’anniversario quest’anno rappresenta anche l’occasione per ricordare che la scelta di celebrare la Festa della Polizia il 10 aprile intende riaffermare l’inscindibile legame della Polizia di Stato con la Legge 121, pubblicata proprio il 10 aprile del 1981 e di cui oggi ricorre il 40esimo anniversario.

Tale legge ha delineato con straordinaria lungimiranza il sistema dell’ordine e della sicurezza pubblica del Paese, attraverso una chiara definizione di ruoli, compiti, funzioni e obiettivi da perseguire, individuando le Autorità competenti e soprattutto responsabili in materia di Pubblica Sicurezza: il Ministro dell’Interno, Autorità Nazionale di Pubblica Sicurezza e, a livello territoriale, il Prefetto e il Questore, Autorità Provinciali di Pubblica Sicurezza, differenziati nelle rispettive funzioni.

Il Capo della Polizia – Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Prefetto Lamberto Giannini, nel discorso pronunciato in occasione del suo insediamento, avvenuto lo scorso 10 marzo, ha preannunciato che quest’anno sarà completato il processo di riforma delle articolazioni centrali e territoriali del Dipartimento della Pubblica Sicurezza che, grazie alla riforma definita il 6 febbraio dello scorso anno, è sempre di più ‘la casa delle forze di polizia’.

Una riorganizzazione che, pur conservando lo spirito di quella straordinaria legge, ne attualizza i contenuti, per definire un Dipartimento ed una Polizia di Stato al passo con i tempi e in grado di rispondere alle istanze di sicurezza delle comunità.

La ricorrenza costituisce anche un’occasione per fornire il bilancio delle attività espletate dalla Polizia di Stato di Vibo Valentia nel corso dello scorso anno.

Per quel che concerne il controllo del territorio, la Polizia in questa provincia, con le sue articolazioni, specialità e Reparti di supporto, ha impiegato una media giornaliera di ben 29 pattuglie che hanno controllato, nell’arco temporale tra il 1° aprile 2020 e il 31 marzo 2021, 95.580 persone e 51.700 veicoli ed elevato 4.905 contravvenzioni al Codice della Strada.

Tali risultati, ancor più significativi in quanto realizzati in un momento particolarmente difficile a causa della pandemia da Covid-19, costituiscono la piena realizzazione del tema “Esserci Sempre”, anche quest’anno riproposto per la celebrazione dell’anniversario della fondazione.

Per quanto riguarda le misure di prevenzione, sono stati emessi 62 Avvisi Orali, 4 Fogli di Via Obbligatori, 18 Sorveglianze Speciali di Pubblica Sicurezza e 3 Ammonimenti, 2 per atti persecutori e 1 per violenza domestica.

Un importante risultato è stato ottenuto con l’esecuzione di una misura di prevenzione patrimoniale con sequestro di beni immobili ubicati nelle province di Vibo Valentia, Cosenza e Crotone del valore di 1,2 milioni di euro, acquisiti con la commissione di truffe e raggiri in pregiudizio di vittime vulnerabili.

L’attività della Polizia Amministrativa Sociale e dell’Immigrazione ha registrato, a causa delle restrizioni conseguenti all’emergenza epidemiologica, un calo del rilascio dei titoli, consistiti in 392 passaporti, 8 licenze di polizia e 490 nulla osta e porti d’arma.
Sono stati, inoltre, rilasciati e/o rinnovati ai cittadini stranieri dimoranti in questo territorio 1.230 permessi di soggiorno.

Sono stati, inoltre, effettuati 142 controlli di Polizia Amministrativa ed elevate 621 sanzioni per l’inosservanza delle disposizioni per il contenimento dell’epidemia da Covid-19.

Per quanto riguarda i fatti delittuosi, nella provincia di Vibo Valentia sono stati commessi 128 atti intimidatori e 22 rapine; un significativo decremento del 20,3% rispetto all’anno precedente è stato registrato nelle lesioni dolose, che sono state 153; anche i 689 furti commessi nel medesimo periodo hanno confermato un calo del 22,3% rispetto al 2020.

Nel corso del periodo sopra indicato sono state denunciate 259 persone e arrestate 32.

Come di consueto, in occasione della ricorrenza dell’anniversario della fondazione della Polizia di Stato sono pervenuti i messaggi del Presidente della Repubblica, del Ministro dell’Interno e del Capo della Polizia, che si allegano al presente comunicato.

Alla luce di quanto fin qui elencato, il Questore intende ringraziare tutte le poliziotte e i poliziotti in servizio nella provincia di Vibo Valentia i quali, in un anno particolarmente difficile, hanno svolto con dedizione e disciplina il proprio lavoro, che è prima di tutto una missione civile.

A loro vanno i meriti di quanto realizzato ed i migliori auguri.

× Vuoi inviare la tua notizia?