Cosenza

2° edizione della Benedizione dei Caschi e delle Moto degli associati al Moto Club della Polizia di Stato di Cosenza

Moto Club della Polizia di Stato - cosenza

Sabato 16 marzo, alle 10.30, davanti al sagrato della Chiesa di Santa Teresa del Bambino Gesù, in Cosenza, si svolgerà la seconda edizione della benedizione dei caschi e delle moto degli associati al Moto Club della Polizia di Stato di Cosenza.

Ad impartire la benedizione, come nella prima edizione, saranno Don Dario De Paola, parroco della stessa Chiesa, e Don Piermaria Del Vecchio, Cappellano provinciale della Polizia di Stato.

Dopo la cerimonia, i motociclisti sfileranno in corteo, in città, per rendere omaggio ai presidi della Polizia di Stato presenti nel capoluogo di provincia, ovvero la Questura, le Sezioni della Polizia Postale e della Polizia Stradale e il Posto di Polizia Ferroviaria presso la Stazione di Vaglio Lise.

Il MCPS Cosenza 2023, è stato istituito l’anno scorso con il fine di alimentare ulteriormente il sentimento di unione e di spirito di corpo dei dipendenti della Polizia di Stato e del personale in quiescenza e per accrescere l’interesse dei medesimi alla partecipazione ad iniziative sociali.

In effetti, oltre alla condivisione della passione delle due ruote dei suoi associati, il Moto Club svolge anche attività sociali con iniziative improntate alla solidarietà ed alla beneficenza, nel solco dei valori propri della Polizia di Stato e dell’Amministrazione della Pubblica Sicurezza.

Proprio di recente il MCPS Cosenza 2023 ha donato, nel limite delle proprie possibilità, tre carrozzine per il trasporto di infermi e un lettino-barella per il Pronto Soccorso, per il Reparto di chirurgia pediatrica e per il Reparto di terapia del dolore dell’Ospedale civile dell’Annunziata di Cosenza.

Inoltre, tramite Polizia Moderna, la rivista ufficiale della Polizia di Stato, è stata anche donata una somma di denaro al piano di assistenza continuativa “Marco Valerio” del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, che si occupa di assistere i figli minori e gli orfani dei dipendenti in servizio o in quiescenza della Polizia di Stato, affetti da patologie ad andamento cronico.

E’ intenzione di tutti gli associati proseguire in tale direzione anche nella corrente stagione motociclistica 2024, perché coniugare divertimento e solidarietà si può.

Il referente provinciale

Luciano Lupo

Pulsante per tornare all'inizio
× Invia la tua notizia!