Lun. Giu 1st, 2020

Gioia Tauro: Requisite al Porto 19 tonnellate di materiale medico-sanitario

Condividi

I funzionari dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli di Gioia Tauro, unitamente ai militari della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Reggio Calabria operanti nel porto, hanno intercettato due importanti carichi di materiale medico e sanitario, contenenti:
• 364.200 paia di guanti sterili per uso chirurgico provenienti dalla Malesia;
• 9.720 dispositivi endotracheali, provenienti dalla Cina, utilizzati per l’intubazione di pazienti con difficoltà respiratorie.

Tenuto conto di quanto disposto dal Commissario straordinario Covid-19, l’Agenzia delle dogane e dei monopoli, in qualità di soggetto attuatore ai sensi dell’Ordinanza 172020 del citato Commissario, ha requisito la merce, ai sensi dell’art. 6 e 122 del Decreto Legge 17 marzo 2020, n. 18, per la consegna al Dipartimento della Protezione Civile.

Alla consueta efficacia nell’operare la prevenzione e il contrasto dei traffici illeciti si aggiunge, dunque, la capacità di ADM e GDF, di interpretare un ruolo essenziale al servizio della collettività, rendendo possibile l’individuazione e la rapida messa a disposizione degli enti di soccorso dei dispositivi medici e di prevenzione individuati negli spazi doganali, in applicazione delle misure introdotte per il superamento dell’emergenza COVID-19.

1 thought on “Gioia Tauro: Requisite al Porto 19 tonnellate di materiale medico-sanitario

  1. perché nel nostro amato sud le cose si fanno (forse) dopo che ormai tardi per tutti . perché non avalliamo l’idea del sindaco di Gioia Tauro (Aldo Alessi) affinché si possono creare posti letto su una nave , modello regione “Liguria” e vista anche la disponibilità dell’armatore MSC .
    con questo sistema avremmo posti letto a sufficienza e si renderebbero i nostri attuali ospedali liberi per
    le esigenze quotidiane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

× Vuoi inviare la tua notizia?