Mar. Feb 7th, 2023

L’augurio del sindaco di Bovalino Maesano agli studenti per l’avvio dell’anno scolastico

Avv. Vincenzo Maesano

Condividi

vincenzo maesano

Care bambine e cari bambini, Care ragazze e cari ragazzi, Cari genitori, dirigenti scolastici, docenti e personale della scuola,

eccoci all’inizio di un nuovo anno scolastico per il quale voglio che vi giunga il mio personale augurio e quello di tutta l’Amministrazione comunale.

Sarà un anno che negli impegni di tutti, popolazione scolastica e Istituzioni, vuole essere l’anno della ripresa in presenza, della vicinanza per poter rivivere le emozioni proprie dello stare insieme.

Come Amministrazione comunale siamo pronti ad accompagnare questo auspicio, abbiamo sempre sostenuto e sosterremo i bisogni della scuola, da quelli volti a favorire le regole per il contrasto alla diffusione della pandemia, all’adeguamento e alla manutenzione degli spazi scolastici.

Siamo consapevoli che nel nostro paese occorre fare ancora di più e siamo già al lavoro per garantire sempre maggiore supporto sia per i servizi scolastici e sia per le strutture.

L’obiettivo è quello di fornire alla nostra comunità una scuola sempre più idonea ed inclusiva per la crescita culturale, educativa e psicofisica delle future generazioni.

Infatti, la scuola è famiglia, in quanto in essa i nostri figli ritrovano insegnamenti ed esempi di vita che li aiutano nella loro formazione personale.

La scuola è anche società, perché mira a fare dei nostri figli i cittadini di domani. Si avverte in maniera evidente la necessità di un cambiamento culturale che aiuti tutti a comprendere l’importanza del senso di appartenenza nelle azioni quotidiane.

In tal senso crediamo fermamente che le bambine e i bambini, le ragazze e i ragazzi con le loro capacità e i giusti insegnamenti potranno regalare a tutti un paese migliore.

Oggi più che mai viviamo dei momenti di difficoltà e la nostra vita è cambiata, per questo dobbiamo dimostrarci forti e volenterosi di ritrovare la consapevolezza che la scuola è luogo di serenità e di relazioni introvabili in altri luoghi sociali.

Per fare ciò, noi adulti di riferimento siamo chiamati ad un’altra prova di maturità per il bene dei nostri figli: dobbiamo trasmettere le giuste sensazioni e al contempo con grande senso di responsabilità dobbiamo dare la possibilità di vivere l’aula come cassa di risonanza in cui la vita “soffia” sulle storie dei ragazzi, creando uno spazio non vuoto, in cui crescere in relazione, conoscersi ed imparare.
Ci saremo, per tutto questo, buon anno scolastico.

Il Sindaco
Avv. Vincenzo Maesano

× Vuoi inviare la tua notizia?